L’identikit di un bravo sottotitolatore

Le serate film a casa mia sono in lingua originale e sottotitoli; tutti i miei amici sanno di non avere scampo. Per me è quasi una questione affettiva. Ripensandoci, la prima parola italiana che ho imparato è stata “cane”, in una puntata doppiata di Bay Watch sottotitolata in albanese. È tradizione che in Italia il cinema e la TV siano doppiati, al contrario di diversi altri Paesi europei. Con la diffusione delle piattaforme di streaming, però, qualcosa sta cambiando. Mi capita più spesso di vedere amici che si cimentano con la lingua originale. Sicuramente fa più atmosfera! 

Con la considerevole quantità di film e serie tv che vengono prodotti, occuparsi di sottotitoli è una mansione in cui è facile imbattersi per un giovane traduttore. Non tutta, ma una buona parte del senso dei sottotitoli è proprio quello di rendere accessibile un prodotto in diverse lingue. L’abbondanza di richiesta non significa che le competenze da mettere in tavola siano da tutti. Parliamo di: 

  • Competenza linguistica: oltre a una perfetta comprensione della lingua originale, per alcuni progetti potrebbe essere necessario conoscere anche un gergo specifico. Ad esempio, una mia amica attivista per i diritti civili si lamentava che nei sottotitoli di Netflix “coming out” e “outing” fossero ripetutamente usati a sproposito. È una differenza che un pubblico generico non conosce, ma comunque importante. Un buon sottotitolare, inoltre, è un mago della sintassi, abile a far girare i verbi a sinistra e destra, per una perfetta corrispondenza con il filmato.
  • Dono della sintesi: alcune persone ne sono sprovviste. Perché i sottotitoli siano facilmente leggibili (evitando, ad esempio, di invadere tutto lo schermo), è importante che il traduttore condensi il maggior significato possibile in un testo che occupa poco spazio. Bisogna tagliare tutti i fronzoli e accorciare le espressioni che non aggiungono alcun senso. Ma attenzione a non eliminare troppo, come l’ironia e il sentimento del personaggio.
  • Conoscenza di software specifici: con i sottotitoli, il lavoro non si ferma con la traduzione. Una fase importante è la sincronizzazione del testo con il video. Per garantire un buon risultato, si cerca di far corrispondere il più possibile la stringa di sottotitoli con quello che un personaggio sta dicendo. È un compito di per sé laborioso, ma lo è ancora di più per chi non è abituato al software come alle sue tasche.

Anche noi abbiamo qualche asso nella manica con i sottotitoli! Se hai un filmato da sottotitolare, puoi scriverci tramite il nostro sito o i canali social.  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>